• img-book

    Varzi Sandro, Varzi Salvatore, Dell’Aira Alessandro,

ISBN: 978-88-99896-38-6
Categorie: ,

Sfidando l’ignoto

di: Varzi Sandro, Varzi Salvatore, Dell’Aira Alessandro,

Antonello e l’enigma di Cefalù Sfidando l’Ignoto smentisce la diceria che l’Ignoto del Mandralisca fu acquistato a Lipari dal barone Enrico Pirajno. Lo dimostrano un sigillo e l’involucro di una lettera. Da qui la proposta di identificare l’Ignoto con un misterioso umanista, che dopo avere incontrato Antonello si stabilì a Cefalù. Il ritratto dovette giungervi […]

12,00

Quantità
Antonello e l’enigma di Cefalù Sfidando l’Ignoto smentisce la diceria che l’Ignoto del Mandralisca fu acquistato a Lipari dal barone Enrico Pirajno. Lo dimostrano un sigillo e l’involucro di una lettera. Da qui la proposta di identificare l’Ignoto con un misterioso umanista, che dopo avere incontrato Antonello si stabilì a Cefalù. Il ritratto dovette giungervi con lui. La sua fortuna – del ritratto, intendiamo – inizia poco prima dello sbarco in Sicilia dei Mille. Ma l’astro dell’umanista era tramontato da tempo…
Veste editoriale:Cucito filo/refe in Brossura
Colori interno: Monocolore
Foto/Illustrazioni: SI
Autore: Varzi Sandro
Maestro d’Arte, restauratore, tecnico del restauro dei Beni Ecclesiastici, cultore di storia locale e animatore culturale presso il Museo Mandralisca. Ha restaurato varie opere d’arte nella Diocesi cefaludense. Ha curato la ricostruzione degli stilemi architettonici dell'Osterio Magno in Cefalù, il restauro di alcuni reperti archeologici del Museo Mandralisca e dell’intera sezione archeologica del Museo Civico di Polizzi Generosa. Ha pubblicato studi sulle confraternite cefaludesi e ricerche biografiche su cittadini cefaludesi di rilievo.
Autore: Varzi Salvatore
Figlio di Sandro, laureando in architettura. Si occupa prevalentemente di araldica e iconografia. Ha scoperto e studiato la meridiana medievale del duomo di Cefalù: un raggio di sole che il 28 febbraio di ogni anno si posa dove c’era il sepolcro di Ruggiero II, poi trasferito a Palermo per volere di suo nipote Federico II di Svevia.
Editor, giornalista, specializzato in saggi di “filologia leggera”, a metà tra narrativa e analisi critica. Ha scritto un feuilleton a puntate sull’incontro Crowley-Pessoa e una non-fiction story su Jane Wolfe, allieva di Crowley a Cefalù. Ha curato la prima edizione italiana di una commedia di Lope su San Benedetto il Moro. Ha riscoperto Giuseppe Bono, palermitano, commissario generale agli armamenti di Cosimo I de’ Medici e inventore di una campana subacquea collaudata a Livorno e a Lisbona. La sua produzione è raccolta in www.povo.it