• img-book

    Butera Salvatore

ISBN: 978-88-99896-36-2
Categorie: ,

La Sicilia che non c’è

di: Butera Salvatore

Dalle strade di Palermo percorse e ripercorse fra nostalgia, sconforto e difficili con- fronti, alle vicende economiche di un’Isola della quale viene messa in dubbio l’appartenenza stessa alla comunità nazionale, anche in conseguenza del fallimento dell’Autonomia regionale; dalle sorti del Banco di Sicilia, finito non per presunte con- giure nordiste quanto piuttosto per suoi limiti […]

14,00

Quantità
Dalle strade di Palermo percorse e ripercorse fra nostalgia, sconforto e difficili con- fronti, alle vicende economiche di un’Isola della quale viene messa in dubbio l’appartenenza stessa alla comunità nazionale, anche in conseguenza del fallimento dell’Autonomia regionale; dalle sorti del Banco di Sicilia, finito non per presunte con- giure nordiste quanto piuttosto per suoi limiti interni, ai molti ricordi, alle testimonianze, ai libri letti e amati. Salvatore Butera conduce ancora una volta in queste pagine la sua battaglia solitaria alla ricerca di una Sicilia che non c’è, una Sicilia che nonostante tutti i mutamenti e i molti passi in avanti non si può ancora definire pienamente moderna, interessata al progresso del Paese di cui è parte e che però così poco la conosce. Torna la Sicilia segregata di Gentile? Certamente no, dopo un secolo i tempi sono troppo cambiati. Ma l’opinione pubblica italiana continua a confinare l’Isola in un cantuccio marginale su cui sta scritto “mafia” e “Autonomia regionale”, entrambe fi- nite. Una terra che cresce nel turismo e nell’enogastronomia ma che stenta a farsi largo nelle attività produttive, nella concorrenza, nella competizione del mercato. Utopia? Forse, ma anche passione civile e coraggioso impegno personale.
Salvatore Butera è stato consigliere economico di Piersanti Mattarella e capo del Servizio Studi del Banco di Sicilia fino al 1997. Dal 1999 è stato presidente e poi a lungo consigliere della Fondazione Sicilia e dal 2008 al 2012 presidente di Salvare Palermo. Ha al suo attivo una nutrita serie di collaborazioni giornalistiche da «Il Sole 24Ore» alle pagine palermitane di «la Repubblica», ad «Avvenire», alla RAI. È componente il Consiglio di reggenza della Banca d’Italia di Palermo, consigliere e componente del comitato scientifico della Fondazione RES. È stato professore a contratto presso le Università di Messina e di Palermo. È autore di Regionalismo siciliano e problema del Mezzogiorno, un’antologia curata per la SVIMEZ (Giuffré, Milano 1981), nonché di alcune altre raccolte di scritti e articoli fra cui L’Isola difficile (Rubbettino, Soveria Mannelli 1999) e La città sconosciuta (Kalós, Palermo 2008). Con Giuseppe Ciaccio ha curato Aspetti e tendenze del- l’economia siciliana (il Mulino, Bologna 2000).