Si agitano bandiere

Si agitano bandiere

14,00

Tra la fine degli anni ‘50 e i primi anni ‘60, la tematica risorgimentale entra nel dibattito politico e culturale con le ragioni stesse del revisionismo storiografico, che ribalta vecchi stereotipi dell’agiografia nazionalista.

Narrativa e saggistica di Sciascia prodotte in questo periodo ne costituiscono, insieme, la misura e la decantazione letteraria.

COD: 2687

Descrizione

Tra la fine degli anni ‘50 e i primi anni ‘60, la tematica risorgimentale entra nel dibattito politico e culturale con le ragioni stesse del revisionismo storiografico, che ribalta vecchi stereotipi dell’agiografia nazionalista. Narrativa e saggistica di Sciascia prodotte in questo periodo ne costituiscono, insieme, la misura e la decantazione letteraria.

Dal Risorgimento pre-unitario ai fatti di Bronte e alle ambigue vicende di Palermo, dei “pugnalatori” (1863) e alla rivolta del sette e mezzo (1866), lo scrittore di Racalmuto trae dalla storia della Sicilia l’idea di una serie ininterrotta di ingiustizie contro la ragione e gli “uomini ragionevoli” nonché l’immagine di un popolo perennemente sospeso tra speranze e delusioni. Nello stesso periodo, la storia declinata al presente offre a Sciascia l’occasione per ripensare al “sicilianismo retorico”, la cui crisi si sconta nell’operazione Milazzo, e inoltre per rimettere in campo, con la comparsa stessa del Gattopardo (1958), il giudizio su borghesia e aristocrazia siciliane.

Sciascia avrebbe voluto qualificare in una chiave diversa da quella balzachiana la trama di un “racconto storico”, quello sui Florio, cui pensava per evidenziare il declino di una borghesia imprenditoriale stroncata dai suoi intrecci parentali con la nobiltà sicula. Nel saggio che qui si pubblica, il percorso di lettura degli scritti sciasciani, caratterizzati dal particolare intreccio tra letteratura, storia e politica, vuole anche individuare il legame con la tradizione della stagione letteraria di Verga e Pirandello, da cui Sciascia mutua l’impegno etico, per continuarlo nell’impegno civile contro le deformazioni della giustizia

Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: