Palermo1815-1860 L’economia preindustriale di una ex capitale

Palermo1815-1860 L’economia preindustriale di una ex capitale

18,00

COD: 3414

Descrizione

In una Palermo declassata da capitale del Regno di Sicilia a città capovalle, un vasto ceto di imprenditori e imprenditrici, alcuni “nazionali”, altri stranieri, tentò di affiancare agli uffici burocratici propri di un centro amministrativo un tessuto vario di piccole e medie imprese attive in settori tradizionali quali la concia delle pelli, la produzione di candele, la fabbricazione di carta; timidi tentativi di avviare imprese più moderne nei settori tessile, chimico, meccanico. In esse prese anche a formarsi – superando le antiche forme associazionistiche di tipo corporativo – un primo embrione di classe operaia. Il presente volume si propone di analizzare questo processo, la sua evoluzione, i suoi successi e i suoi fallimenti, e di raccontare la storia dei suoi protagonisti, sia di quelli destinati a straordinarie carriere da capitani d’industria come Vincenzo Florio, sia di quelli che non superarono gli ostacoli frapposti da circostanze culturali e ambientali sulla loro strada.

Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: