L’uomo che raddrizzò la Torre di Pisa

L’uomo che raddrizzò la Torre di Pisa

16,00

COD: 3035

Descrizione

La parola nostalgia fu coniata nel 1688 da uno studente di medicina dell’Università di Basilea, che la definì “una malattia cerebrale dalle cause essenzialmente demoniache”. Perché il demonio, si sa, è ingannatore. Inganni sono i teneri ricordi che il principe delle tenebre lascia affiorare alla nostra memoria. Un miraggio è il borgo natio che ci fa ardentemente rimpiangere. Un’ illusione è la vita che crediamo d’aver vissuta. Cinque storie di mafia, di fantasmi, di filtri d’amore e di memorie ingannatrici.

Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: