La maestra portava carbone

La maestra portava carbone

8,00

Descrizione

La maggior parte delle maestre e dei maestri italiani lavora con grande passione, aiutando i bambini a diventare grandi. È un mestiere affascinante e ricco di gratificazioni, ma sempre difficile e soprattutto delicato. Maurizio Piscopo e Salvatore Ferlita in queste pagine pongono al lettore una precisa domanda: che cosa sta accadendo nella scuola italiana? I genitori affidano i loro figli agli insegnanti e vanno via, sicuri di averli lasciati nelle mani giuste. Anche se i giornali e la tv sempre più spesso oggi raccontano episodi di violenze sui minori. La maestra o il maestro aprono ai bambini le porte di un mondo nuovo, consegnano loro le lettere dell’alfabeto e insieme costruiscono le parole per capire e raccontarsi: bisogna fare molta attenzione a quanto si dice, ai gesti, come spiega Alex Corlazzoli nell’introduzione. La Maestra portava carbone è una storia di fantasia che sembra dettata dalla cronaca dei nostri giorni, mentre vera è la Storia di Faustina, l’altra faccia silenziosa ed esaltante del lavoro quotidiano dei maestri. L’analisi critica di Salvatore Ferlita invita il lettore a    percorrere un viaggio nel tempo e nello spazio, lambendo i grandi autori (sant’Agostino, Montaigne, Verga, De Amicis, Dickens, Twain, Pasolini, don Milani, Sciascia e Mastronardi per tacere di altri) che alla scuola hanno guardato con trasporto e risentimento.

Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: