PORTE – spazi, segni, parole, immagini

Nuovo!

PORTE – spazi, segni, parole, immagini

22,00

Descrizione

Aprono, chiudono, tacciono segreti e svelano paure. Amplificano l’esperienza spaziale. Anzi, sono una sorta di catalizzatore degli eventi spaziali: i passaggi, le transizioni, i cambi di luogo, sono resi evidenti e segnati dalla presenza di porte. I corpi passano attraverso di esse e il loro attraversamento induce metamorfosi e cambi di stato. Appartengono alla più intima natura della produzione culturale dell’uomo e sono presenti in tutte le civiltà. Gli architetti di varie epoche ne hanno sperimentato la forza compositiva e la potente fascinazione. Artisti come Lorenzo Ghiberti e Auguste Rodin hanno rappresentato le porte del paradiso e dell’inferno. I pittori olandesi del Seicento le hanno usate nelle loro pitture di genere per accrescere l’artificio pittorico e lo stupore che ne deriva. Poste all’accesso delle opere di architetture, esse annunciano il passaggio e presagiscono quello che si trova oltre: incipit architettonico, esse preludono alla ‘storia’ che sarà narrata.

Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: