I bucaneve (16)

Visualizzazione di 13-16 di 16 risultati

Ordina per:
  • La storia strana del tenente di cavalleria Barone Cutrera e del duca De Stefani Adda di: Gagliano Fabio 12,00

    Un pericoloso killer di mafia viene arrestato in stato di choc dopo un diverbio con un automobilista.
    Un politico senza scrupoli si getta dalla finestra, senza alcun motivo apparente.
    Un singolare barone è il trait d’union dei misteriosi eventi.
    Profonde teorie filosofiche e acute disquisizioni morali, trattate con squisita leggerezza e pungente ironia, riempiono le pagine di un coinvolgente romanzo poliziesco, in cui nessuno è quello che sembra.

  • La notte dentro di: Scrima Francesco 12,00

    Sicilia, anni Settanta: un giovane insegnante, in fuga dal suo mondo e da se stesso, si trasferisce in un liceo del profondo Sud, durante gli anni difficili della contestazione studentesca. Qui entra in contatto con una realtà
    ostile e, apparentemente, priva di stimoli, ma il rapporto con un’alunna rimette in movimento le sue tensioni: quella intellettuale, che si concretizza nell’impegno sociale e politico, e quella sentimentale, che
    approda nel concepimento dell’amore assoluto.

    La notte dentro è la storia di due passioni che si consumano fervidamente nel travaglio febbrile di una breve stagione. Essa si presenta come il doloroso frutto di un recupero dai meandri della memoria, laddove i ricordi più forti riposano, inerti e pazienti, in attesa che un giorno qualcosa, – una spinta emotiva, una sensazione, un leggero moto dell’animo, – li richiami a quella seconda e definitiva vita, cui anelano.

  • Il Dubbio di: Pepe Damiano (Nuccio) 9,00

    “Il dubbio è un omaggio alla speranza”. Io chi sono?
    È la domanda di ogni essere umano, ansioso di conoscere se stesso, la propria identità, i propri genitori.
    A questa domanda risponde una storia vera, vera e crudele come milioni di altre storie, a testimoniare umanità e brutalità, entrambe, l’una e l’altra, proprie di esseri umani, talora di uno stesso essere umano.

  • Profumo d’arance amare di: Leto Salvatore 14,00

    Un sogno così nitido da mettergli addosso, proprio a lui che non aveva mai scritto prima, l’urgenza di fissare le immagini che vede e le parole che ascolta nel sonno. Un sogno a puntate, durato sette notti; una trama regalata durante la notte e fissata il giorno successivo: è da questa curiosa esperienza che nasce Profumo d’arance amare.
    Uno spaccato della terra di Sicilia, con le sue contraddizioni, i suoi costumi e i suoi modi di dire. Un mondo aspro e dolce, quello sognato, dove il profumo delle arance amare esalta la bellezza e la fierezza delle donne di una terra tanto misteriosa quanto affascinante.