• img-book

    Bianco Vito

ISBN: 978-88-99896-39-3
Categoria:

Come uno che passa

di: Bianco Vito

La vita è quella del ricordo. Strana ipotesi, il presente, per non parlare del futuro: un giorno progresso e l’altro apocalisse. Vito Bianco lo sa che la vita è quella del ricordo e che bisogna andare a prenderla dove l’abbiamo lasciata l’ultima volta. Andare: c’è forse discorso senza viaggio? Poesia migrante, la sua; vettoriale: da […]

12,00

Quantità
La vita è quella del ricordo. Strana ipotesi, il presente, per non parlare del futuro: un giorno progresso e l’altro apocalisse. Vito Bianco lo sa che la vita è quella del ricordo e che bisogna andare a prenderla dove l’abbiamo lasciata l’ultima volta. Andare: c’è forse discorso senza viaggio? Poesia migrante, la sua; vettoriale: da Sud verso la direzione opposta, perché da un bel po’ il vento è girato e il canto giunge dall’Africa. Nella sua rotta tutta verticale avviene l'incontro con “i padri mai stanchi”, che vanno à rebours, come gli affaticati e gli insonni: la democrazia degli stati d’animo è l'ultimo spettacolo del mondo. Vito Bianco è andato al Nord, ha lasciato i suoi libri dalle parti di Agrigento: il grave, per ordine di Newton, sta a fondo. Le poesie, lette in sequenza, costruiscono una storia, e dal basso continuo del racconto emergono nitide le immagini di una quotidianità osservata con occhi da straniero: figure femminili “in giacca a vento blu”, “una bionda che sbadiglia”, “la lana di un pensiero che si smaglia”. Poesie urbane, come le tele di Sironi; ma urbane anche nell'accezione di starsene da canto.
Veste editoriale: Cucito filo/refe in Brossura
Colori interno: Monocolore
Foto/Illustrazioni: NO
Autore: Bianco Vito
Vito Bianco è nato a Caracas e vive a Palermo. Traduttore, ha scritto per la pagine culturali dei quotidiani “il manifesto” e “Liberazione” ed è stato vice direttore del periodico “Gente di Fotografia”. Collabora con il mensile “Segno”. Con Tano Siracusa ha pubblicato Scattando incontro al tempo (Officina Trinacria, 2010). Per questa casa editrice ha curato, insieme a Daniele Moretto, Verranno giorni migliori. Lettere a Vincent van Gogh (2013).